Notizie

Santiago Lanús, esperto in apparizioni mariane, ci ha scritto dall’Argentina.
Dopo l’uscita di «Garabandal, solo Dio lo sa» nei cinema del suo Paese, Santiago sta proseguendo l’impagabile servizio di portare il film di Garabandal nei luoghi del suo Paese dove non è ancora potuto arrivare e di organizzare proiezioni private a gruppi che vogliono approfondire la conoscenza di queste manifestazioni mariane. Così ci spiega la sua attività:

«In generale con molta affluenza, a volte meno di quanto atteso e a volte di più. Normalmente gli incontri iniziano con un Rosario o una Messa in parrocchia. Poi si va nel salone parrocchiale o in una sala. All’inizio si fa una breve spiegazione su come è stato girato il film, ponendo l’enfasi sui 300 attori volontari, compreso il regista e i tecnici, e soprattutto sul fatto che le riprese sono state supportate da molta preghiera.
 
Dopo il film parlo di cose che mi vengono in mente, aneddoti di Garabandal e qualcosa dell’Avvertimento e del Miracolo, nel senso che saranno due interventi dal Cielo affinché il mondo cambi. Poi, a volte, sorgono domande. Altre volte, finisco l’incontro con il bacio alla medaglia baciata dalla Vergine a Garabandal che mi è stata donata da Maria Josefa Villa. Quasi il 100% delle persone escono commosse. Si nota la benedizione della Madre. Un paio di parroci si sono messi a piangere».

Particolarmente commovente è la testimonianza di un volontario della pastorale penitenziale. Hanno fatto vedere «Garabandal, solo Dio lo sa» a un gruppo di trentacinque detenuti recidivi, vale a dire i tipi più duri del carcere. Il primo segno dell’effetto che il film stava avendo sui prigionieri è stato il silenzio tombale con cui l’hanno visto. E, nell’accendere le luci alla fine della proiezione, scoprirono che alcuni volti di questi uomini erano solcati di lacrime. Altri hanno alzato le braccia in modo spontaneo lodando Dio ad alta voce.
 
Rendiamo grazie al Signore che ci permette di contemplare questi frutti. E ringraziamo Santiago Lanús per l’eccellente lavoro che sta realizzando, e insieme a lui i tanti volontari che rendono possibile che migliaia di persone conoscano i messaggi di Garabandal e scoprano grazie ad essi che hanno una Madre in Cielo che è preoccupatissima della loro salvezza. Che Lei vi benedica tutti.