Le profezie
Avvertimento, Miracolo e Castigo

Senza ombra di dubbio, uno degli aspetti collegati a Garabandal che più ha fatto discutere, e sul quale si è a lungo riflettuto, è quello riguardante le profezie comunicate dalla Vergine alle piccole veggenti sull’Avvertimento, il Miracolo e il Castigo. Già nel primo messaggio, reso pubblico il 18 dicembre 1961, la Madonna avvertiva: «Già la coppa si sta riempiendo e, se non cambiamo, il castigo sarà grandissimo». Quella notte però, la folla bagnata fradicia per la pioggia insistente che non era cessata per tutta la giornata, e stremata dalle molte ore di attesa, a malapena prestò attenzione alle parole di Nostra Madre, pronunciate dalle labbra tremanti delle bambine.

A poco a poco, nel corso dell’anno 1962, man mano che la Madonna dava loro il permesso, le bambine continuarono a completare l’informazione. Conchita spiega: «(La Vergine) mi disse che Dio avrebbe compiuto un grande Miracolo e che non ci sarebbero stati dubbi sul fatto che fosse un Miracolo. Verrà direttamente da Dio, senza intervento umano. Vedranno che viene direttamente da Dio».

Prima di questo grande “Miracolo” ci sarà un “Avvertimento” soprannaturale, per prepararci. Le bambine spiegano: «Sarà un’esperienza terribile, ma avverrà per il bene delle nostre anime. Vedremo nel nostro intimo, nella nostra coscienza, il bene e il male che abbiamo fatto. L’Avvertimento non ha lo scopo di incutere timore, ma piuttosto di avvicinarci di più a Dio e di avere fede».Ma se dopo questi due grandi interventi divini – l’Avvertimento e il Miracolo - l’umanità non cambierà, verrà un “Castigo”. Verrà per il nostro bene e per la nostra conversione; tuttavia le bambine affermano: «Il Castigo, se non cambiamo, sarà orribile». Conchita, Jacinta e Loli lo videro, ma non hanno il permesso della Vergine di descriverlo. L’intensità del Castigo è in funzione della risposta che avremo dato all’Avvertimento e al Miracolo.

Avvertimento, Miracolo e Castigo hanno uno scopo molto preciso: spingerci alla conversione, ad un cambio radicale di vita, a raggiungere quello che Nostra Madre chiedeva nel primo messaggio: «Bisogna essere molto buoni». Non sono indipendenti dai messaggi della Madonna in Garabandal. Molti, mossi dalla curiosità, si sforzano di scoprire quando avranno luogo questi avvenimenti e in cosa consisteranno.
Ciò che però è realmente importante è vivere già ora i messaggi e compiere quanto Nostra Madre chiede con essi, cercando la nostra conversione e la crescita spirituale attraverso la preghiera, la penitenza, la meditazione della Passione, l’intensificazione della vita eucaristica… Ci stiamo giocando molto, perché non sarà indifferente lo stato spirituale in cui ci troveremo quando arriveranno l’Avvertimento, il Miracolo e il Castigo. Lo stesso sole che ammorbidisce la cera indurisce l’argilla. Allo stesso modo, l’Avvertimento, il Miracolo e il Castigo, che ad alcuni strapperanno lacrime di pentimento e di amore, probabilmente precipiteranno altri nell’abisso di un odio cieco contro Dio.

Avvertimento, Miracolo e Castigo nascono dal più profondo del Cuore misericordioso di Dio e devono essere preparati e ricevuti con immensa gratitudine.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok